arrow-nextarrow-nextby-croccocalcolo-emissionicompensazione-emissioniemailfaxgreen-marketinghomeinfolinklogo-croccologo-en-negativelogo-en-negativelogo-it-negativelogo-it-negativelogo-greenside-no-taglinephoneriduzione-emissionislider-next-arrowslider-prev-arrow
Greenside by Crocco

Biobased

Il polietilene biobased è un materiale di caratteristiche in tutto e per tutto simili ai prodotti tradizionali derivanti da combustibili di origine fossile. La differenza consiste nell'origine dei componenti di base, che nel caso del polietilene biobased derivano da fonti rinnovabili di origine vegetale (biomasse). Come le plastiche tradizionali esso risulta quindi 100% riciclabile. In termini di emissioni di gas serra i polimeri biobased sono meno impattanti dei polimeri da fonte fossile in quanto, mentre per produrre una plastica di origine fossile va spesa una notevole quantità di energia per l'estrazione e raffinazione del petrolio, le biomasse rinnovabili si rigenerano stagionalmente e soprattutto assorbono la CO2 atmosferica che viene poi convertita (tramite processo di fotosintesi) in componenti necessari alla crescita delle piante.

Le fonti rinnovabili di origine vegetale sono quindi dei naturali compensatori di CO2, ovvero assorbono una quotaparte della CO2 prodotta per la coltivazione e raccolta dei vegetali stessi. Dati pubblicati da uno dei principali produttori di polietilene biobased dimostrano analiticamente come il GWP (Global Warming Potential) di quest’ultimo sia nettamente inferiore rispetto a quello di un polietilene tradizionale da fonte fossile, tale in alcuni casi da compensare anche l'impatto ambientale dei trasporti e/o trasformazione.

Questi prodotti hanno un contenuto minimo pari al 30% di materiale biobased. Questa caratteristica può essere comunicata al cliente finale attraverso l'utilizzo di specifici loghi.

CROCCO SPA ha già sviluppato diversi prodotti a base polietilene biobased quali una specifica pellicola per alimenti ed una foglia per applicazione industriale (entrambi a contenuto minimo 40% di materiale biobased).